Forte richiesta di sviluppatori blockchain in India

Adolfini Asmani Blockchain

Incrypt, una comunità di blockchain indiana, nel corso di sei mesi ha intervistato 100 sviluppatori di blockchain e scoperto che oltre l’80% di loro sono interessati a trasferirsi all’estero, secondo l’ Economic Times. Il rapporto suggeriva che la mancanza di regolamentazione e di strutture dell’India costringesse gli sviluppatori, ma anche intere compagnie, a trasferirsi in posti come Singapore, Dubai, Estonia o Svizzera.

Belong Technologies sostiene che ci sono due milioni di sviluppatori di software nel paese. Apparentemente, solo lo 0.25%, o circa 5.000, hanno i requisiti necessari, secondo il rapporto.

Se il sondaggio di solo 100 sviluppatori di Incrypt riuscì in qualche modo a riflettere l’umore generale di questi professionisti in India, altri paesi potrebbero vedere migliaia di sviluppatori indiani che vengono a lavorare per aziende locali e competere con professionisti locali. Inoltre, ci si potrebbe aspettare che sempre più indiani acquisiscano le necessarie abilità sulla technologia blockchain. Inoltre, secondo il rapporto, l’India trascina altre società quando si tratta di venture capital e investe in startup blockchain: negli ultimi due anni sono stati raccolti 5,3 milioni di dollari, rispetto a oltre 2 miliardi di dollari su scala globale.

È difficile speculare su come un tale afflusso di sviluppatori blockchain possa influenzare altri mercati in modo più dettagliato, ma quello che sappiamo per certo è che l’Occidente si trova di fronte ad una mancanza di competenze mai registrata.

Secondo la Commissione europea, in futuro nove posti di lavoro su 10 richiederanno una qualche forma e un certo grado di competenze digitali. Attualmente, più di quattro su dieci (44%) – 169 milioni di europei di età compresa tra 16 e 74 anni, non hanno nemmeno competenze digitali di base.

Inoltre, come riportato, negli ultimi dodici a diciotto mesi, lo sviluppo di blockchain è diventato una delle abilità più richieste nel mercato del lavoro. Secondo il portale di lavori tecnologici Toptal, la domanda di sviluppatori blockchain è aumentata del 700% da gennaio 2017 a gennaio 2018. Inoltre, il mercato di posti di lavoro freelancer online ha annunciato che l’abilità “blockchain” è diventata l’abilità in più rapida crescita sulla sua piattaforma.

Le capacità di sviluppo della Blockchain sono molto ricercate e questa richiesta supera di gran lunga l’offerta. A maggio, c’erano 14 aperture di lavoro per sviluppatore blockchain, secondo TechCrunch. A causa di questa acuta carenza di talenti, gli ingegneri della blockchain sono in grado di comandare alti stipendi.

Secondo il Blockchain Salaries Report 2018 della società di reclutamento Blockgram, le stime suggeriscono che il salario medio annuo per uno sviluppatore blockchain è di 130.000 USD, che è ben al di sopra del salario medio di un tipico sviluppatore di software di 105.000 USD. Tuttavia, queste cifre – prese principalmente da offerte di lavoro online – sono probabilmente inferiori agli effettivi salari che gli sviluppatori di blockchain di talento stanno ricevendo.

Ed ecco il secondo “se”. Le spese mondiali per le soluzioni blockchain potrebbero raggiungere gli 11,7 miliardi di dollari nel 2022, secondo una ricerca della International Data Corporation. Si prevede che questa spesa sarà pari a 1,5 miliardi di dollari nel 2018, il doppio dell’importo speso nel 2017. Pertanto, se l’afflusso di nuovi sviluppatori blockchain crescerà più lentamente della domanda di questi professionisti, potrebbe comunque essere in grado di controllare gli alti stipendi.

 

Fonte dell’ immagine: Factor Daily

Fonte dell’ articolo: Cryptonews

Share the Story

Adolfini Asmani frontent and mobile developer.
Back to Top
Share this
Share this
Translate »